Empty

LA STAMPA

14 ottobre, 2015 Rassegna stampa

Fonte: “LA STAMPA”
articolo del 14 Ottobre 2015

PLANET the Smart City

Quale migliore occasione di un Forum mondiale sulla sostenibilità, dove i brasiliani sono la delegazione più numerosa, per presentare il progetto innovativo di una Social Smart City che nascerà l’anno prossimo a 55 chilometri da Fortaleza, a Sao Goncalo do Amarante. L’iniziativa di business immobiliare è opera di un gruppo di 40 torinesi, che hanno investito 20 milioni di euro di capitali privati, per realizzare 6.000 case su 330 ettari di terreno, da inserire nel programma di Social Housing finanziato dal governo, per dare un tetto a 25 mila persone che finora hanno abitato nelle favelas.

Si scambia con la app
La prima città intelligente destinata all’edilizia popolare nasce in Brasile e si chiamerà Croatà Laguna Ecopark. Si inserisce nell’ambito del programma “Minha Casa Minha Vida” varato dal governo brasiliano, che sovvenziona quasi per la totalità l’acquisto degli alloggi “per chi ha un salario minimo (il corrispondente di circa 300 euro al mese, ndr)”, spiega Giovanni Calleri, uno dei soci della società di engineering Planet Idea, affiancata dallo studio di architettura ReCS Architects (con sede a Parma, Milano e Fortaleza). “Spesso si perde il senso di che cosa voglia dire SMART – continua uno dei fondatori della PLANET, Marco Savio-. La nostra città sostenibile ha al centro la persona. Ha case in cemento e mattoni, ma vuole garantire facilitazioni per il vivere quotidiano. Stiamo progettando una app che coordini il car sharing o il moto sharing, agevoli i residenti a chiedere aiuto nel badare ai bambini, nel condividere cibo e gestire in comunità gli orti urbani”. Il progetto della città intelligente dà lavoro a 90 operai brasiliani (il cantiere è partito a gennaio). Prevede di inaugurare un primo lotto di 450 case entro il prossimo anno.

LaStampaWFLED2015Pagina