E-POLI: servizi digitali inclusivi per il cittadino | Planet Smart City | Places that matter
Related content
6/05/2020 E-POLI: servizi digitali inclusivi per il cittadino

In Italia, si parla spesso di “cittadinanza digitale” come di una priorità per il nostro territorio, permettere cioè ad ogni cittadino di avere accesso ai servizi e di  partecipare alla vita democratica del Paese attraverso il web e le tecnologie digitali. 

Questo processo però si scontra con l’inclusione digitale, tema da considerare se vogliamo che la trasformazione digitale sia un progresso che riguardi tutti cittadini. Secondo le stime del 2019 dell’Organizzazione per il commercio e lo sviluppo economico (Ocse) in Italia circa il 26% della popolazione tra 16 e 74 anni non ha mai navigato in rete e, del restante 74% della popolazione adulta, solo il 24% utilizza internet per accedere ai servizi pubblici.

Tra le categorie più minacciate dall’esclusione digitale vi sono i soggetti anziani, gli immigrati con basso livello di appropriatezza linguistica, i disabili, le persone con bassi livelli di scolarizzazione e di istruzione che non sono in grado di utilizzare gli strumenti informatici e accedere a determinate risorse e informazioni in modo facile e semplificato.

Risolvere il divario digitale è l’obiettivo che si sono date molte iniziative, organizzazioni nazionali, associazioni e altri soggetti no profit. Ci sono diverse possibili soluzioni da adottare, in particolare si fa riferimento all’importanza di fornire un’adeguata istruzione digitale e alla necessità di migliorare la media literacy di tutte le fasce della popolazione, con particolare riferimento ai gruppi minoritari, vulnerabili o per cui esistono particolari criticità, al fine di generare un utilizzo più consapevole del web e allo stesso tempo permettere di accedere all’informazione, ai servizi e alle risorse offerte con più facilità.

Planet App sviluppa E-POLI

In quest’ottica, il team di Planet sta lavorando su E-POLI, servizio digitale nato per voler facilitare la cittadinanza con il digitale. Il servizio, fruibile sulla Planet App tra il mese di maggio e di giugno, è nato dalla collaborazione con tre Community Hub di Torino (Italia): Casa del Quartiere di San Salvario, Bagni Pubblici di via Agliè, Casa del Parco di Mirafiori Sud. Questi, attraverso gli “Sportelli Sociali” offrono informazioni ed orientamento ad un potenziale di 1600 cittadini in difficoltà (anziani, disabili, famiglie, immigrati, ecc.) su servizi, opportunità e risorse di carattere sociale, economico e socio-sanitario del sistema locale e nazionale, nel rispetto dei principi di semplificazione.

Il servizio di sportello sociale si configura quindi come una struttura che gestisce informazioni dettagliate, aggiornate e soprattutto semplificate sulle risorse sociali presenti nel territorio (ad esempio: domanda per la richiesta di buoni spesa, assegni di cura, iscrizione ai nidi d’infanzia, assistenza per le persone anziane o disabili, ecc.), nonché sulle procedure e modalità per accedervi, rispondendo all’esigenza primaria dei cittadini, cioè avere informazioni complete.

Al di fine di migliorare il volume di gestione delle richieste di informazione dello “Sportello Sociale”, supportare l’accessibilità e la ricerca autonoma delle risorse dei singoli cittadini attraverso un dispositivo digitale di uso comune e ridurre i tempi di gestione del singolo utente che accede allo Sportello Sociale, nasce E-POLI.

E-POLI: form semplificati e video tutorial

Per creare una struttura digitale capace di supportare l’attività dello Sportello Sociale e rendere uniforme e fruibile il complesso di informazioni sul sistema dei servizi pubblici e privati e sulle relative procedure di accesso, abbiamo elaborato una serie di form di gestione e organizzazione dei flussi informativi e video tutorial, accessibili sulla Planet App, tramite smartphone.

L’utente, attraverso domande semplici, a cui potrà rispondere indicando SI/NO, sarà guidato nella verifica dei propri requisiti di accesso alle opportunità offerte dal governo, dagli enti pubblici e privati e nel reperimento di tutta la documentazione necessaria per presentare la domanda direttamente online, sulla piattaforma di riferimento su cui è stata lanciata l’iniziativa, oppure recandosi allo Sportello Sociale, avendo migliore comprensione del servizio. Per il caricamento online autonomo, il cittadino verrà supportato da brevi e semplici guide video che lo accompagneranno passo dopo passo nell’attività.

Planet App sarà utilizzata come supporto digitale per veicolare direttamente ai beneficiari le informazioni ottimizzate, rendendo accessibili in ogni momento e da ogni postazione le risorse informative e di orientamento.

Grazie quindi alla tecnologia digitale e al lavoro accurato di collaborazione con le organizzazioni del territorio, sarà possibile rendere disponibile un servizio digitale accessibile e a misura di cittadino, abbattendo le barriere tecnologiche e l’analfabetismo digitale.