Tre concetti chiave per il settore immobiliare | Planet Smart City | Places that matter
Related content
19/02/2020 Tre concetti chiave per il settore immobiliare

Nel 2019 l’edilizia abitativa è stato un tema di grande interesse. Negli Stati Uniti, Bernie Sanders con la sua candidatura alle elezioni presidenziali, ha promesso di risolvere la crisi abitativa, investendo 2,5 trilioni di dollari per costruire dieci milioni di abitazioni a prezzi accessibili. Nel Regno Unito, lo stesso argomento è entrato a far parte del manifesto elettorale generale di tutti i principali partiti politici. In Italia, invece, inizia a manifestarsi un grande interesse per la “smartizzazione”, con Milano che ospita nuovi sviluppi urbani innovativi. Nel 2020, lo sviluppo di soluzioni efficaci e funzionali sarà uno dei concetti chiave del Real Estate da prendere in considerazione, soprattutto se si vuole rispondere concretamente alle numerose sfide del settore.

Servizi più che spazi
I servizi stanno diventando sempre più importanti degli spazi. I consumatori infatti non si focalizzano più sulle grandi metrature, ma ricercano servizi di valore che vanno oltre le quattro mura domestiche: bookcrossing, car-pooling, spazi comuni, partecipazione ad iniziative gestite dalla comunità. Oggi i residenti vogliono sentirsi parte di un gruppo, che favorisca i rapporti di buon vicinato e crei un ambiente socialmente inclusivo.
Con l’introduzione di servizi che favoriscono l’intera comunità, i residenti, quindi, sono meno interessati alla localizzazione e allo spazio delle proprie abitazioni. I nostri progetti, Smart City Laguna e Smart City Natal, integrano un’ampia varietà di soluzioni, dall’Innovation Hub, punto d’incontro per la comunità e le attività culturali, alle smart gym che alimentano i dispositivi mobile attraverso l’energia cinetica. Questi contribuiscono a creare un valore duraturo nel tempo non solo per l’area interessata, ma anche per il territorio circostante. Crediamo che il 2020 sarà un altro anno importante: sempre più consumatori si interrogheranno sull’efficienza del modello immobiliare tradizionale e accoglieranno le opportunità rappresentate dai servizi.

Grandi progressi con i big data
Oltre a cambiare le abitudini dei consumatori, nel 2020 sarà determinante il ruolo dei dati per lo sviluppo delle smart city.
La gestione dei dati, forniti con il consenso, può essere un’attività incredibilmente vantaggiosa e utile per aiutare i residenti a risparmiare denaro e vivere meglio.
Ad esempio, con l’intelligenza artificiale e le automazioni siamo in grado di tracciare, monitorare e regolare, in base alle esigenze specifiche, la fornitura di energia elettrica in tutti gli ambienti. La gestione di questi dati ci permette di ottenere una visione completa dei livelli di consumo dei nostri residenti, così da poter ottenere contratti di erogazione mirati per l’intero quartiere.
Inoltre, grazie a Planet App, i residenti possono monitorare in tempo reale e da remoto i loro consumi giornalieri, per ogni utenza. Così facendo, miglioriamo la vita dei residenti, eliminando uno dei tanti stress quotidiani.
L’integrazione della tecnologia, che si tratti di big data, di intelligenza artificiale o di gestione remota, sta diventando una esigenza crescente tra i consumatori e prevediamo che aumenterà nei prossimi anni.

Progettazione sostenibile
Le persone stanno diventando sempre più attente ai temi dell’ambiente e della sostenibilità, informandosi, ad esempio, sul cibo che mangiano, gli abiti che indossano e i trasporti che utilizzano, cercando di controllarne il “carbon footprint”.
Grazie ai progressi tecnologici siamo ora in grado di integrare soluzioni che utilizzano meno energia e creano nuovi spazi verdi duraturi nel tempo. Ad esempio, adottando l’illuminazione a LED intelligente, siamo in grado di fornire luce a un’area con consumo di energia minore. Inoltre, possiamo pianificare aree verdi con alberi, piante e giardini che rimangono permanentemente idratati da sistemi di irrigazione intelligenti.
Prevediamo un crescente desiderio di soluzioni innovative integrate nei progetti, che aiutino a compensare il carbon footprint delle persone e creare aree sostenibili e rispettose dell’ambiente.


Gianni Savio
Global CEO, Planet Smart City