Related content

Smart City Expo Curitiba mette in evidenza la prima Social Smart City al mondo con lotti a prezzi popolari

1 marzo, 2018 Varie

Migliaia di persone nel primo giorno di Smart City Expo Curitiba.


La veduta aerea mostra la smart city in costruzione nello stato del Ceará.

Conferenze con grandi nomi dell’urbanistica e dell’innovazione per le Smart City di tutto il mondo; esposizione di soluzioni tecnologiche sviluppate da aziende storiche e startup; spazio riservato per il networking. Questi sono alcuni degli elementi che hanno attirato più di quattromila persone al Salone Renault Barigui di mercoledì (28), il primo giorno di Smart City Expo Curitiba.

La fiera, che durerà fino al primo marzo, è alla prima edizione brasiliana di quello che è il più grande evento sulle Smart cities al mondo, Smart City Expo World Congress (SCE), che si tiene ogni anno a Barcellona. L’Architetto e Ingegnere Carlo Ratti, che dirige il SENSEable City Lab del Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha aperto la conferenza con una presentazione che la sala principale gremita di spettatori.

Foto: Michel Willian/comunicato stampa

L’ordine del giorno per l’América Latina

I grandi nomi dell’urbanismo che operano nei paesi dell’America Latina hanno raccontato la storia delle città in costante trasformazione. Questo è stato il caso dell’architetto Jorge Perez Jaramillo, responsabile per l’evoluzione urbana di Medellin 2015. La città colombiana, che una volta era considerata la più pericolosa del mondo e oggi è diventata punto di riferimento per la sicurezza  e l’occupazione degli spazi pubblici. Secondo lui, il risultato è stato raggiunto con “la comunità, un’alta dose di impegno da parte della città, tanto lavoro, pianificazione sociale e il coinvolgimento delle società nelle politiche pubbliche“. Perez sottolinea che il punto principale è stato il processo di dialogo con la popolazione della città. “Comprendiamo che una città ha uno scopo condiviso con tutta la società. Il progetto di una città è politico nel senso che è responsabilità di tutti i settori“, afferma l’architetto.

Jorge Perez Jaramillo sottolinea il dialogo e la trasparenza con la popolazione. Foto: YouTube/Reprodução

Il Colombiano Carlos Amastha, sindaco di Palmas, ha parlato della sua esperienza nel suo paese di origine e in Brasile – compreso il periodo in cui viveva a Curitiba – dove è nata la sua vocazione per la carriera politica per cercare migliorie per la capitale Tocantins. Come sostiene Perez la politica è qualcosa che deve essere fatta da tutti i cittadini. “È essenziale che il cittadino partecipi alla gestione degli spazi pubblici“.

Daniela Ugazzi, direttore del valore condiviso e della sostenibilità per l’Agenzia di Promozione Economica ConQuito in Ecuador, ha presentato soluzioni per la produzione di biogas da rifiuti organici. La capitale dell’Argentina rappresentata da Agustín Suárez, direttore generale della gestione digitale della città di Buenos Aires, ha spiegato l’uso delle nuove tecnologie per lo sviluppo della città.

 

Cittadini attivi

La conferenza “Governo aperto e partecipazione dei cittadini” ha visto rappresentanti di Brasile, Italia ed Ecuador mostrare come questo tipo di approccio può essere applicato, ognuno con il proprio esempio di successo: una rete sociale dei  cittadini, laboratori di innovazione e la costruzione della prima Social Smart City al mondo.

L’ecuadoregno Juan Merlo ha iniziato il dibattito presentando la sua startup Wonder.lab. Nella Capitale del suo paese, Quito, sviluppa laboratori innovativi che generano impatto sociale e cercano soluzioni per le città attraverso la collaborazione e il lavoro congiunto.

Il brasiliano Gustavo Maia ha presentato la sua piattaforma Colab, incaricata di aggregare in modo intelligente diverse richieste delle città fatte dai cittadini, come identificare i buchi nelle strade o i pali della luce che necessitano di manutenzione.

Infine, Susanna Marchionni, italiana, è responsabile della costruzione della prima Social Smart City al mondo, a São Gonçalo do Amarante nel  Ceará. L’iniziativa propone un nuovo tipo di esperienza urbana in cui tutto è connesso e ottimizzato. I prezzi sono accessibili e ben al di sotto della media di una Smart City, il prezzo medio del metro quadrato del lotto residenziale è attualmente di 280 R$.

Smart City Laguna come apparirà quando sarà pronta. Questa sarà la prima Social Smart City al mondo. Immagine: rivelazione

I tre hanno discusso di come queste iniziative compongono nuovi modi di vivere la democrazia che emergono attraverso l’utilizzo delle tecnologie da parte dei cittadini. Intanto, questo elemento  dovrebbe avviare la collaborazione tra governo e popolazione. “È molto chiaro che le cose si evolvono quando il governo è trasparente”, dice Maia. “Quando ne faccio parte, ed esiste un maggiore controllo sociale“.

 

La mostra mette in evidenza l’innovazione

Mentre la sala plenaria che ha ospitato le lezioni principali era sempre piena, la mostra – aperte al pubblico – non sono è passata inosservata. Gli stand di 22 aziende nazionali e internazionali hanno presentato varie iniziative che possono aiutare le città ad evolversi.

Auto elettrica, Twizy, creata da Itaipu e Renault. Foto: Michel Willian/Divulgação

Uno dei momenti salienti è stato lo spazio Itaipu, che ha ospitato due novità. La prima è un’auto elettrica, la Twizy, creata in collaborazione con Renault. Raggiunge la velocità massima di 80 km/h e può percorrere 100 km autonomamente. Inoltre, può essere completamente ricaricata in 3h 30m. La seconda innovazione, un simulatore del potenziale solare dell’intero stato del Paraná che serve da  atlante online per mostrare quanta energia rinnovabile si può produrre per la propria casa.

Un’altra grande attrazione è stata Bee Noculus VR, società che ha creato un’esperienza di realtà virtuale appositamente per l’evento.

I partecipanti possono immergersi in una città e interagire con gli elementi che li circondano utilizzando l’attrezzatura fornita dall’azienda. Creata nel 2009, porta la realtà virtuale come possibile modello educativo e di intrattenimento.

La fiera ha uno spazio riservato a Vale do Pinhão, un gruppo di start-up e iniziative locali legate al alla città di Curitiba. Come la 99 che fornisce monopattini per muoversi nella fiera in modo divertente e sostenibile.

Domani Smart City Expo Curitiba continua con conferenze nazionali e internazional.

* Stephanie D’Ornelas, speciale per la Gazeta do Povo e Aléxia Saraiva.