Related content

Telecomitalia.com – Nasce in Brasile la prima “social” smart city

3 agosto, 2015 Istituzionale

Presentato a Expo, il nuovo insediamento dista 50 km da Fortaleza e sarà pronto per il prossimo mese di maggio. La città “intelligente” e “sociale” ospiterà 21.000 abitanti. Il costo delle case sarà contenuto, nonostante la presenza d’innovativi sistemi riguardanti l’efficientamento energetico, il risparmio idrico e la mobilità sostenibile. Un modo per affrontare l’emergenza abitativa in Brasile, senza ricorrere all’assembramento di altre favelas.

In Europa e negli Stati Uniti le città si stanno trasformando, con alterne fortune, in smart city. In Brasile le cosiddette città intelligenti sono fondate da zero. Un esempio è Croatá Laguna Ecopark, un insediamento pronto per il prossimo maggio in grado di ospitare 21.000 persone. I suoi progettisti l’hanno definita la prima “social” smart city.

Le smart cities non sono solo per i ricchi

Presentato durante Expo presso il padiglione brasiliano, nel corso di un evento promosso dalle Camere di Commercio Italo-Brasiliane di San Paolo e Fortaleza, questo insediamento sorgerà nel nord-est del Brasile, più precisamente nello stato di Ceará, a poco più di 50 km di distanza da Fortaleza. Questa nuova città intelligente è stata progettata da Planet Idea e dallo studio Recs Architects per essere al contempo “smart” e “social”. Gli ideatori hanno pensato di unire innovazioni tecnologiche al servizio dei (futuri) cittadini con soluzioni abitative a basso costo. Vi è una corrente di pensiero, in Brasile ma anche nel resto del mondo, che ritiene le smart cities appannaggio esclusivo delle persone più abbienti.

Una soluzione all’emergenza abitativa in Brasile

I progettisti di Croatá Laguna Ecopark, invece, desiderano dimostrare che tutti possono beneficiare di servizi tecnologicamente avanzati e sistemi innovativi riguardanti l’efficientamento energetico, il risparmio idrico e la mobilità sostenibile, tre elementi cardine del concetto di smart city. L’idea alla base del progetto è proprio dimostrare alle amministrazioni pubbliche che le social smart cities sono soluzioni eccellenti per risolvere situazioni di emergenza abitativa. Un problema frequente in Brasile, negli anni passati “risolto” attraverso l’assembramento di baracche che oggi prendono il nome di favelas.

Centro vs periferia?

Croatá Laguna Ecopark desidera farsi modello, non solo per il Brasile, ma per tutto il mondo. Un nuovo sistema di abitare che rompe lo schema centro vs periferia (sprawl city), mixando aree residenziali, parchi e zone industriali. Una smart city che permette a tutti di godere dei medesimi servizi, ottimizzando le risorse e riducendo al minimo i tassi d’inquinamento.

http://www.telecomitalia.com/tit/it/ambiente-sociale/news-mondo-ambiente-sociale/nasce-brasile-prima-social-smart-city.html